Carnevale di Venezia: al via lo spettacolo sull’acqua all’Arsenale “Original Signs”, un viaggio attraverso l’evoluzione del linguaggio

Uno spettacolo che nasce dall’idea di raccontare l’evoluzione dell’uomo attraverso la sua continua ricerca comunicativa. Una trentina di artisti e perfomer, ciascuno con il suo proprio linguaggio, a bordo di imbarcazioni che diventano palchi galleggianti, ha messo in scena questa sera uno spettacolo dalla forte carica emotiva.

L’Arsenale di Venezia, fino alla fine del Carnevale, si trasforma in un teatro a cielo aperto e ospita “Original Signs”, una straordinaria rappresentazione di danza, musica e spettacolo cullata dall’elemento principe di Venezia: l’acqua. Una performance live di musica, danza ed effetti speciali, che porta la firma del direttore artistico del Carnevale Massimo Checchetto insieme alla regia di Enrica Crivellaro, per dare vita a uno spettacolo la cui energia creativa scatena i simboli di terra, aria, acqua e fuoco. Un viaggio dalle origini all’originalità tra i vari mondi fantastici dell’umano. Tra proiezioni, musica incalzante, costumi realizzati e concepiti appositamente per “Original Signs”, l’Arsenale diventa palcoscenico per un viaggio di esplorazione dei segni, di corpi in movimento che parlano ai segni ancestrali della natura.

Linguaggi creativi diversi per raccontare l’atemporale necessità umana di esprimersi e trovare un posto nel mondo terreno, nel mondo celeste e nel mondo immaginario.

Uno spettacolo che vede muoversi sull’acqua i corpi energici dei ballerini di RANDB. Collective, la grazia eterea dell’acrobata Viola Cappelli e l’espressiva danza di Isabella Moro che racconta il mondo celeste con la Lingua dei Segni, e ritrova il gesto atletico del flyboard con Cristiano Perseu, trasformandosi in un gesto artistico che affiora dall’acqua per innalzarsi verso il cielo.

E con l’acqua non poteva mancare il suo elemento complementare: il fuoco che in Original Signs è sapientemente manipolato dalla Compagnia Opera Fiammae e dalla francese Compagnie Ilotopie, già protagonisti della scorsa edizione e che quest’anno portano nuovo calore creativo, rafforzato dal potente ritmo live di Psycodrummers, percussionisti non convenzionali.

L’emozionante cornice notturna dell’Arsenale è resa unica da una densa scenografia di fontane danzanti, luci e video realizzata dal connubio di arte tecnologica tra Viorica, Antica Proietteria e Moonlight.

Con Opera Fiammae, Compagnie Ilotopie, RandB. Collective, Psycodrummers, Viola Cappelli, Isabella Moro, Cristiano Perseu

Water Show a cura di Viorica. Video e Sound Design a cura di Antica Proietteria Lighting. Design a cura di Tommaso Zappon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: